L'Ara

La forza della preghiera supera le barriere, ci mette in contatto con l’Onnipotente, è la porta dei miracoli. Tutti i popoli pregano, che siano cristiani, buddisti, musulmani, tutti in maniera diversa volgono parole di Gloria e di Speranza a Dio. In questo dialogo siamo uniti, la preghiera è universale, ecco perché nell’Ara per tutte le religioni non c’è simbolo di distinzione, tutti qui possono stabilire un contatto con l’Assoluto, tutti qui possono pregare.

L’architettura: Qui l’ideatore delle architetture di Jalari gioca con gli equilibri, con le dimensioni e con le forme creando una struttura che sfida la forza di gravità.

 

Arte: il presepe, le sculture della ringhiera.