U SUDDUNARU
Il Sellaio

Qui venivano realizzate selle e paramenti per asini e cavalli.

Anche questo “Maestro”, come il maniscalco, doveva avere un’ottima conoscenza dei cavalli, delle razze, delle misure; spesso partecipava ai mercati, alle fiere, alle feste del paese, etc.

Il sellaio si occupava, inoltre, di addobbare il caratteristico carretto siciliano con coloratissimi pom pom di lana, piume, campanelli e campanacci.

Nella bottega qui al Parco Museo Jalari è custodito un carromatto, un grosso e colorato carro da commercio, solitamente trainato da buoi, che, per la sua caratteristica forma piana e spaziosa, si prestava a molti utilizzi: dalle feste alle fiere, ai mercati, ai funerali.

Oggetti caratteristici: vari decori ed addobbi per il carretto siciliano, delle selle per asini e cavalli.

Tradizione:

A bonu cavaddu, non ci manca sella.

(A buon cavallo, non manca la sella.)