Visitate i meravigliosi luoghi del nostro comprensorio, potete chiedere maggiori informazioni nella pagina Contatti.

TINDARI

Celebrata da Quasimodo, Tindari fu abitata dalla più remota antichità, oggi costituisce una vasta area archeologica comprendente il Teatro greco-romano, la casa romana, le terme e importanti resti dell’antica sede abitata. Nella parte alta si trova il Santuario della Madonna Nera, dove si venera una statua della Vergine con il volto scuro, giunta secondo una leggenda, dall’oriente. A picco sotto il santuario, (visibili dalla terrazza antistante) si possono vedere i Laghetti di Marinello, piccoli specchi d’acqua che il mare crea insinuandosi nella baia sabbiosa

TAORMINA

La più celebre località turistica della Sicilia, domina una valle costellata da innumerevoli suggestivi scorci panoramici. Taormina è caratterizzata da gradinate ed antiche vie ed è ricca di monumenti tra cui il Teatro greco, le Naumachie (uno dei più importanti monumenti romani di Sicilia); Palazzo Corvaja; Palazzo dei Duchi; etc.

GOLE DELL’ALCANTARA

In un periodo che si perde nelle radici della storia, un piccolo vulcano a nord dell’Etna si svegliò ed eruttò un’enorme massa di lava che si fece strada fino al mare. Il percorso tortuoso venne in seguito solcato da un corso d’acqua che, incontrando una massa di terreno friabile si fece strada liberando due alte pareti di basalto caratterizzate da affascinanti forme prismatiche, che si stringono formando “gole” di particolare bellezza.

CASTROREALE

Nelle sue chiese e nel Museo sono custodite importanti pitture e sculture di Antonello Gagini, mentre del castello trecentesco l’unica parte superstite è la Torre di Federico II.

SANTO STEFANO DI CAMASTRA

Famoso per la produzione di ceramiche artistiche, allinea nelle strade del centro una miriade di negozietti che propongono manufatti per ogni esigenza e gusto. Tra i monumenti di maggiore interesse il Palazzo Sergio, oggi sede del Museo della Ceramica.

PARCO DEI NEBRODI

I Nebrodi, compresi tra le province di Messina, Catania ed Enna costituiscono un patrimonio naturale di rara bellezza. Dalle sue alte vette vi si ammirano suggestivi panorami caratterizzati da valli e laghetti, boschi di faggi, lecci, roveri, cerri, pini, ontani, aceri, agrifoglio. La ricca vegetazione è sede ideale per la fauna che favorisce un ecosistema di mirabile equilibrio tale da indurre la Regione ad istituire il Parco naturale regionale dei Nebrodi

MUSEO ETNOSTORICO CASSATA BARCELLONA

Il Museo Etno Antropologico “Nello Cassata”, situato in c/da Manno – Barcellona P.G. (ME), è costituito da un edificio a tre piani. Siu primi due sono state ricostruite 40 antiche botteghe d’arti e mestieri ricche di 13000 reperti d’epoca riguardanti la civiltà artigiana e contadina del luogo, mentre il terzo piano ospita una biblioteca-emeroteca relativa agli usi e costumi della Sicilia di un tempo. I reperti, vincolati e catalogati dalla Soprintendenza alle Belle Arti di Messina, narrano la magia del fare degli antichi mestieri

CASTELLO DI MILAZZO

Definita da un geografo arabo del XI secolo come “città dalle linee eleganti addossata ad un promontorio che si incunea nel mare”, Milazzo è una bella cittadina sovrastata dall’imponente mole di un castello svevo. Vi si trovano importanti edifici di stile barocco tra cui Casa Faranda e bellissime chiese come il Duomo Vecchio.

MESSINA

Collocata in una posizione strategica sulle rotte dei commerci, in un sito di eccezionale bellezza, a guardia dello Stretto, Messina ha vissuto la sua bimillenaria vicenda attorno al porto, scalo naturale tra i più accoglienti del Mediterraneo ed è conosciuta nel mondo attraverso gli sfondi dei quadri di Antonello. Quasi totalmente distrutta dal terremoto del 1908, tra gli anni ’10 e ’30 fu riedificata. Tra i monumenti antichi, il più notevole è il Duomo costruito in età Normanna, più volte distrutto e ricostruito, presenta un aspetto molto diverso da quello originale. Il suon Campanile, fu dotato nel 1933 di un congegno meccanico contenente un calendario perpetuo, uno astronomico e rappresentazioni varie della vita storica e religiosa della città che si muovono a mezzogiorno accompagnate da musica sacra. I superstiti tesori storici della città sono conservati nel Museo Regionale, dove si possono ammirare opere di Antonello, di Caravaggio, di Goro di Gregorio e tanti altri.

ISOLE EOLIE

L’arcipelago eoliano di origine vulcanica, mitica sede del dio dei venti, si compone di sette isole principali (Vulcano, Lipari, Salina, Alicudi, Filicudi, Stromboli e Panarea) e di alcuni isolotti. Lipari e Panarea furono abitate fin dal Neolitico. Oggi le Eolie, presentano scorci paesaggistici di notevole bellezza e sono meta di un intenso turismo. Lipari è il centro principale dell’arcipelago, di notevole interesse sono il Museo archeologico eoliano, il castello, la Cattedrale di età normanna modificata in età barocca, la Necropoli ellenistica.

ROCCAVALDINA FARMACIA DEL 500

Cittadina collinare nota per la farmacia cinquecentesca ricca di strumenti d’epoca e di 256 maioliche dipinte, provenienti dall’officina urbinate di Antonio Patanazzi.